“Mens sana in corpore sano” 

PSYCH-K

PSYCH-K®

Robert M. Williams, M.A.

Creator di PSYCH-K®

 

PSYCH-K® è un metodo semplice, immediato e estremamente rispettoso per riscrivere il software della tua mente e cambiare le matrice della tua vita! 

La tua realtà è formata dalle tue “credenze”. Queste credenze, di solito a livello subconscio, sono spesso il frutto di una programmazione che inizia dai primi anni della nostra vita che ha una influenza molto forte sul comportamento umano. Diversi studi nella branca delle neuroscienze indicano che quasi il 95% della nostra coscienza è gestita dal nostro subconscio. La nostra mente subconscia è il deposito per le nostre attitudini, i nostri valori e le nostre credenza. Tramite le nostre credenze creiamo quella che è la nostra percezione del mondo e di noi stessi, e tramite queste percezioni sviluppiamo i nostri comportamenti. Di solito abbiamo il desiderio di cambiare i comportamento auto-sabotanti. Spesso il modo migliore per cambiare un comportamento è cambiare le credenze a livello subconscio che lo supportano. PSYCH-K®, basato su anni di ricerca riguardo alla differenziazione degli emisferi cerebrali, conosciuta anche come teoria della predominanza emisferica (Brain Dominance Theory), offre diversi metodi per identificare velocemente e trasformare le credenze che ti sabotano, in credenze che invece ti supportano, in ogni area della tua vita. Molte persone hanno credenze auto-sabotanti a livello subconscio per quanto riguarda la prosperità economica, l’autostima, la salute (riguardo ad esempio il perdere peso) e per ciò che concerne le relazioni personali e la carriera.

DUCCIO LOCATI istruttore certificato PSYCH-K® (www.ieyes.org) scrive: Cambiando le tue convinzioni auto-sabotanti a livello subconscio in modo semplice e immediato potrai…

* Ottenere l’abbondanza in ogni aspetto della tua vita

* Ridurre stress e ansia

* Aumentare le opportunità di carriera

* Coltivare le relazioni che desideri e ti meriti

* Aumentare il tuo benessere psicofisico

* Mettere in pratica l’eccezionale potere curativo della tua mente

* Aumentare le performance sportive

* Rilasciare gli stress post-traumatici

* Trasformare paure e fobie in pace

* Eliminare abitudini dannose (fumare, mangiare eccessivamente, ecc.)

* Accelerare lo sviluppo spirituale.

 

Le Credenze Tossiche Possono Essere Pericolosi per la Vostra Salute (tratto dal libro di Robert M. Williams “Utilizza la Tecnica PSYCH-K®”. Pag.47).

Le vostre credenze sono le componenti elementari della vostra personalità. Vi definiscono come degni o indegni, potenti i impotenti, capaci o incapaci, fiduciosi o sospettosi, integrati o emarginati, indipendenti o dipendenti, aperti o prevenuti, rispettati o vittime, amati od odiati. Le vostre credenze hanno conseguenze, sia positive che negative, in ogni area della vostra vita. Le credenze influenzano la stima che avete in voi stessi, la prosperità, le relazioni, il rendimento nel lavoro, le prospettive spirituali e anche la vostra salute fisica e mentale.

Queste credenze si formano come risultato di diversi fattori. Analogamente al software operativo in un personal computer, le nostre predisposizioni psicologiche di base sono il risultato del software tramandato che ci proviene dai nostri genitori. Gli stili di educazione culturale rendono effettivo il software. In altre parole, siamo profondamente influenzati dalle conclusioni tratte dalla nostra programmazione e dalle esperienze precedenti.

Queste conclusioni, nella forma di credenze, atteggiamenti, valori e cosi via, sono tratte dalle esperienza del passato e immagazzinate nella mente subconscia. Anche si possiamo essere inconsapevoli della loro influenza su di noi, esse dirigono le nostre azioni e i n ostri comportamenti visibili. Queste credenze inconsce creano i filtri percettivi attraverso cui noi rispondiamo alle sfide della vita. Queste filtri formano la base delle nostre azioni e reazioni per ogni situazione nuova della nostra vita. Credenze come “io sono capace”, “io sono potente”, “io sono al sicuro” influenzano profondamente la nostra abilità di eseguire efficacemente qualunque cosa. Con simili credenze potete intraprendere con fiducia progetti impegnativi e concentrarvi sul compito che state svolgendo. Tuttavia, se avete credenze come “Non credo di poter veramente fare un buon lavoro”, o “Non sono davvero in grado di controllare come vanno le cose”,procederete esitando, temendo di fare errori, di essere criticati e di fallire.

Alcuni credenze limitanti comuni fanno parte della lista seguente:

1. "Non importa quello che faccio o quanto mi sforzi, non va mai abbastanza bene”.

2. "“Le decisioni che prendo di solito si rivelano sbagliate”.

3. “Se la gente conoscesse il vero me stesso, non mi amerebbe”.

4. “Incolpo gli altri (capo, colleghi, Coniuge, ecc.) per i miei problemi”.

5. “E’ meglio che non provi niente di nuovo o di rischioso perché probabilmente manderei tutto all’aria”.

6. “Non posso fare affidamento sul sostegno delle persone. In realtà si preoccupano solo di se stessi”.

7. “La mia opinione non conta davvero”.

8. “Quello che faccio non è realmente importante”.

9. “Non mi fido a chiedere l’aiuto degli altri perché non sono convinto che svolgano bene il lavoro”.

 

E’ abbastanza preoccupante che delle credenze negative possano essere un riflesso della realtà, ma ciò che è più inquietante, è che esse contribuiscano a creare effettivamente quella realtà. Le credenze stabiliscono i limiti di quello che possiamo compiere. Come disse Henry Ford “Che crediate di potere o di non potere, avete comunque ragione”. Questo è particolarmente vero quando le credenze sono inconsce. Molti di noi concordano, e gli scienziati comportamentali lo confermano, che i nostri comportamenti sono un diretto riflesso delle nostre credenze, percezioni e valori generati dalle nostre esperienze passate.

 

Comunicare con la mente subconscia.

Il subconscio dirige le funzioni motorie del corpo, cioè controlla i movimenti muscolari. Esso fornisce un collegamento incorporato per la comunicazione che permette di svolgere l’esercizio abitualmente conosciuto come TEST MUSCOLARE.

Il Test Muscolare

Il Test Muscolare è stato sviluppato più di 30 anni fa da Geroge Goodheart, D.C. (l’ideatore della Kinesiologia Applicata) negli Stati Uniti.

Il test muscolare è un modo facile ed efficace per comunicare direttamente con la mente subconscia al fine di scoprire le credenze attraverso cui ci auto-sabotiamo. È importante specificare quindi che PSYCH-K e il Test Muscolare non sono sinonimi. PSYCH-K usa il test muscolare per comunicare con la mente Superconscia e subconscia

La mente subconscia controlla il Sistema Nervoso Autonomo ed è responsabile per il controllo nelle nostre funzioni fisiche e neurologiche autonome. Ad esempio, il nostro corpo si muove perché il nostro subconscio dirige una complessa rete di segnali elettrici che vanno al muscolo appropriato nel momento appropriato per portare a termine una azione che può essere quella di prendere un oggetto. La forza del segnale elettrico proveniente dal cervello, determinerà la forza della risposta nel muscolo in questione; ma l’intensità del segnale elettrico è strettamente legata a quali pensieri ha la nostra mente in quel momento.

Quando la mente sta mantenendo un pensiero "stressante", si crea un conflitto elettrico che ridurrà la forza del segnale al muscolo, con una diminuzione di forza di quest’ultimo.
La stessa cosa succede quando una persona dice una frase con la quale il suo subconscio non è d’accordo, con, di conseguenza una diminuzione della forza dei muscoli di tutto il corpo.
Di conseguenza, il test muscolare può essere usato per determinare quali pensieri inducono stress a livello fisico, come per trovare quali credenze sono o non sono supportate dalla nostra mente subconscia.

Il test muscolare può anche essere usato per scoprire l’accordo, o il disaccordo, con delle affermazioni su se stessi. Ad esempio:

· “Io rispetto me stesso”.

· “Io sono una persona affidabile”.

· “Io merito il mio successo”.

· “Sono in grado di cavarmela da solo e lo faccio con fiducia”.

 

Testa le tue credenze usando il Test Muscolare:

Questa procedura viene spiegata accuratamente da Duccio Locati (Istruttore qualificato di PSYCH-K® www.ieyes.org).

Il Test Muscolare è un sistema di comunicazione efficace con la nostra mente subconscia, e quando usato correttamente, può essere un rilevatore accurato di verità a livello subconscio. Dato che la mente subconscia controlla le funzioni motorie nel corpo, come ad esempio il movimento dei muscoli, possiamo usare questo sistema diagnostico innato per trovare quando il subconscio è in accordo o disaccordo con una determinata affermazione.

Ti chiedo di seguire questa procedura attentamente per assicurare una comunicazione efficace con il subconscio. Avrai bisogno di un amico o di un componente della tua famiglia per aiutarti con il Test Muscolare. Se non avete nessuno disponibile in questo momento, memorizzate questa pagina e riprendete più tardi il tutto, quando avete un partner che possa fare il Test Muscolare con voi.

 

Procedura per il Test Muscolare

Passo 1. Per la persona che esegue il Test Muscolare

A. Il tuo compagno può scegliere il braccio che vuole per essere testato. Stai a lato del tuo compagno ponendo attenzione alla sua spalla. Poni una mano dolcemente sul suo braccio esteso tra il polso e il gomito. Poni l’altra tua mano sulla sua spalla per dare stabilità.

B. Il corpo del tuo partner dovrebbe rimanere rilassato, mento parallelo al pavimento, occhi aperti che guardano in basso.

C. Dì al tuo partner “Forte” subito prima di applicare una pressione.

D. Esercita una pressione delicata ma stabile per circa 2 secondi o fino a quando non senti il muscolo o “ben saldo in quella posizione” (risposta FORTE), o che “lascia andare”, (risposta DEBOLE). Il tuo partner dovrebbe resistere a questa pressione verso il basso. (Evita di far “rimbalzare” il braccio).

Risposta FORTE
   
Risposta DEBOLE

Passo 2.

Chiedi al tuo partner se la pressione che stai usando è confortevole. Regola la pressione, ad esempio più forte o più delicata, per ottenere una risposta chiara nel test muscolare.

Passo 3.

Fai il Test Muscolare per una affermazione che sai essere VERA per quanto ti riguarda, e poi per una che sai essere FALSA.

Per esempio, con il braccio esteso per fare il Test Muscolare, fate dire alla persona che è testata “Il mio nome è (inserire il nome)” e immediatamente fare il Test Muscolare. Ricordati di dire al tuo compagno “Forte” subito prima della pressione, così che sapranno quando resistere alla pressione verso il basso. Poni attenzione alla risposta. La risposta dovrebbe essere FORTE se l’affermazione è VERA. Dopo, fate dire alla persona che riceve il test “Il mio nome è (inserire un nome finto)” e immediatamente fare il Test Muscolare. La risposta dovrebbe essere DEBOLE se l’affermazione è FALSA.

Se sei ancora incerto se il la risposta muscolare è FORTE o DEBOLE, fai pratica con altre affermazioni VERE e FALSE , (ad esempio la tua età, il tuo sesso, la tua occupazione, ecc.) fino a quando non ottieni una risposta chiara. Come tutto il resto, il Test Muscolare è una capacità, e può richiedere un po’ di pratica.

 

Le Sette Categorie di Cambiamento

Al rispetto Robert Williams ci dice: Questa è la vostra opportunità per vedere se avete delle credenze auto-sabotanti in sette importanti aree della vostra vita: Autostima, relazioni, prosperità, salute e il corpo, spiritualità, potere personale, il dolore e la perdita. Potete testare le vostre credenze subconscie utilizzando la tecnica del test muscolare.

(….) Questo campione di credenze vi dà una buona indicazione per capire se vi state sabotando in modo subconscio in queste aree-chiave della vostra vita. Considerate quest’attività come un processo di “scoperta” piuttosto che sentirvi in colpa o vergognarvi.

Se scoprite che la vostra risposta al test muscolare relativamente ad alcune di queste credenze è debole, e vorreste che tali credenze fossero incluse nel vostro subconscio, sappiate che è possibile.

 

Autostima

La tua autostima influenza profondamente il modo nel quale gli altri ti vedono. Se la tua autostima è alta la gente tenderà a vederti in questo modo. Se invece la tua autostima è bassa, gli altri risponderanno con una mancanza di fiducia in te. Essenzialmente le tue credenze (specialmente quelle subconscie) insegnano al mondo come trattare te. Il modo nel quale la gente tratta te è un riflesso di queste credenze a livello subconscio. Di conseguenza, se vuoi cambiare il modo con cui la gente si comporta nei tuoi confronti, hai bisogno di cambiare le credenze auto-sabotanti che portano a questa reazione indesiderata. Come dice un detto, "Se non ami te stesso, non puoi pretendere che gli altri lo facciano."

Un altro aspetto legato all’autostima è il concetto del "non essere meritevoli". Alcune religioni ci insegnano che fondamentalmente non siamo meritevoli di essere felici. Altre insegnano che la vita è una sofferenza senza fine e che quindi bisogna semplicemente accettare l’inevitabile conseguenza di vivere in questo mondo. Molto probabilmente le sfumature di queste credenze sono comprese dai teologi in un modo che non porta a concludere "la vita è una puttana, e quindi aspettati solo la morte", ma per molte persone è molto difficile non arrivare a questa conclusione. Molto più spesso di quanto non si pensi, ciò porta ad un profondo senso di mancanza di speranza e di aiuto. E per aggiungere insulti alle ingiurie, non hai diritto ad avere una realtà diversa da questa! Se vuoi veramente essere libero dalle limitazioni del non essere meritevole di vivere una vita piena e felice, cerca di essere sicuro che le tue credenze a livello subconscio supportino questi obiettivi.

Esempi di credenze:

1. Mi apprezzo e mi accetto profondamente.

2. Amo me stesso incondizionatamente.

3. Mi merito il meglio che la vita ha da offrirmi.

4. Sono sicuro di me stesso

5. Sono orgoglioso dei miei risultati e in tranquillo con i miei successi e i miei fallimenti.

6. Sono una brava persona.

7. Faccio il mio meglio e il mio meglio è abbastanza.

 

Dolore e Perdita

Le perdite sono inevitabili… come le affrontiamo dipende da noi. Ogni volta che viene a mancare una persona amata, che una relazione finisce o che perdiamo il lavoro, molti di noi percepiscono diversi livelli di dolore legati a questi eventi. Quando perdiamo una persona amata, ad esempio il nostro partner, la sensazione di solitudine e la preoccupazione per il futuro possono essere devastanti da un punto di vista emozionale. Mentre il dolore è una risposta normale e spesso benefica in relazione alle perdite, può diventare invece dannoso e controproducente se dura troppo a lungo. Molti credono che il dolore non debba essere modificato e che debba durare quanto serve che duri, senza prendere in considerazione gli effetti deleteri sulla vita della persona che sta soffrendo. Culture diverse hanno approcci diversi legati al dolore. Per esempio, nella tradizione egiziana, quando una personalità di alto livello moriva, il suo o la sua sposa e talvolta anche i suoi servi venivano seppelliti con loro. Diversamente a New Orleans negli Stati Uniti, in un tipico funerale, la processione verso la tomba è un cupo e triste riconoscimento della morte. La processione dalla tomba è invece una celebrazione della vita! Ci sono una infinità di esempi di persone che hanno trasformato una tragedia in ispirazione, facendo del mondo un posto migliore. Così, anche la sofferenza legata ad una perdita importante può essere drammaticamente modificata dalla nostra percezione e dalle nostre credenze.

Ecco qualche esempio di credenze che ci possono far vivere meglio una esperienza dolorosa:

1. Rilascio tutte le colpe e le vergogne originate dai miei pensieri e dalle mie azioni passate.

2. Perdono me stesso per l’amore e l’affetto negati a me stesso e agli altri avendoli trasformati in rabbia.

3. Riempio la mia mente con pensieri positivi, sani e stimolanti

4. Le mie emozioni hanno un ruolo fondamentale nel mio processo di guarigione

5. So quando è il momento di lasciare andare, e lo faccio.

6. Tutto succede seguendo un Ordine Divino

7. Ho fiducia in me stesso e nel mio futuro

 

Potere Personale

Se da bambino hai ricevuto più messaggi del tipo "non sei capace, non puoi", piuttosto che messaggi del tipo "sei in grado, puoi", probabilmente nella tua vita da adulto hai avuto più esperienze che hanno supportato questo "non sei in grado, non puoi". In altre parole, se da bambino ti è stato detto dai tuoi genitori o da altre persone di una certa autorità che la tua opinione non contava e che le tue azioni non erano importanti, è molto facile che tu abbia credenze a livello subconscio che rispecchiano queste idee. Il risultato è spesso di una persona molto insicura delle proprie capacità circa la possibilità di poter gestire la propria vita. Alcune persone compensano questa sensazione di mancanza di forza puntando moltissimo sulla carriera per potersi affermare. Di solito questo senso di potere viene raggiunto accumulando soldi, possedimenti e uno status sociale. Sfortunatamente, queste manifestazioni superficiali di potere non riescono alla lunga a compensare questo senso di insicurezza e di mancanza di potere radicato in profondità. Le persone con una reale forza interiore possono anche avere molti soldi ed un certo status sociale, ma il loro potere personale non deriva dalle cose che posseggono ma da chi sono loro.

Ecco alcune credenze che supportano questa area della vita

1. Ho fiducia nelle decisioni che prendo.

2. Ho fiducia nel messaggio Divino che sto ricevendo.

3. Riconosco la mia abilità e la mia importanza nell’apportare positività nel mondo.

4. Abbraccio attivamente le opportunità che mi si presentano grazie al cambiamento.

5. Sono disponibile a prendere il rischio necessario per vivere la mia vita in modo aperto e onesto

6. Mi do il permesso per fare ciò che amo

7. Concretizzo i miei progetti

 

Relazioni

Per molte persone le relazioni possono essere le esperienze più appaganti ma anche le più complesse e dolorose di tutta la vita. Il nostro primo modello riguardo a ciò che è una relazione sono di solito i genitori. E prima che tu cominci a lamentarti dei tuoi genitori per i tuoi fallimenti relazionali ricordati che loro hanno ereditato il "software" riguardo alle relazioni dai loro genitori, che a loro volta l’hanno ereditato dai loro genitori e così via. Lamentarti con i tuoi genitori o con altri dei tuoi problemi relazionali, non fa altro che rafforzare il problema. Quando accusi gli altri di essere l’origine dei tuoi mali stabilisci e/o rinforzi una mentalità vittimistica a livello subconscio. Questo programma ti dice che la gente e forze esterne a te controllano la tua vita. Con credenze come queste puoi ben capire perché attrai persone e situazioni che rendono la tua vita difficile. La mente subconscia è semplicemente programmata per riconoscere e attrarre ciò che è familiare, non necessariamente ciò che è desiderabile. Quando fai la lista di tutte le qualità che vuoi in un partner, sii sicuro prima di tutto di possedere tu tutte queste in modo da attrarle!

Esempi di Credenze:

1. È facile per me dare amore agli altri.

2. È facile per me ricevere amore dagli altri.

3. Sono meritevole di avere una relazione intima e passionale.

4. Sono pronto per avere una relazione forte e intima nella mia vita, adesso.

5. Sono pronto per rischiare di amare e di essere amato.

6. Va bene per me, esprimere la mia opinione in una relazione.

7. Va bene per me crescere e cambiare in una relazione.

Salute e Corpo

La nostra salute è la base della nostra vita. Come la citazione qui sopra suggerisce, la nostra mente e il nostro corpo sono collegati da un rapporto che può determinare lo stato di salute o malattia. La scienza Occidentale sta finalmente riconoscendo questa connessione tra le nostre credenze e il nostro stato di salute, cominciando a studiarne le implicazioni terapeutiche. Altre culture come quella Cinese, quella Polinesiana, i Nativi Americani, ecc. la usano da secoli.

Le nostre credenze sono collegate all’obesità, a patologie cardiache, a fenomeni di artrosi e di artrite, fino ad arrivare al cancro. La perdita di peso è diventata un affare da milioni di dollari negli Stati uniti e ora anche in Europa. Sfortunatamente, molte delle soluzioni offerte non sono efficaci e talvolta addirittura dannose. Un elemento cruciale per quanto riguarda le diete è l’impatto che le nostre credenze hanno a livello subconscio. L’autostima, l’ amore verso se stessi e la sessualità possono essere determinanti per l’aumento di peso come per la perdita dello stesso, a seconda di come le viviamo.

Molti studi hanno verificato che ci sono delle personalità "resistenti alle malattie" o che riescono da sole a curarsi. Persone con queste caratteristiche hanno uno stato di salute migliore rispetto alla maggior parte della popolazione. Alcuni di questi tratti sono: entusiasmo, fiducia, curiosità, sicurezza, autostima e felicità. Altre qualità attribuite a persone sane sono l’abilità di esprimere la propria rabbia, di risolvere le proprie paure, di gestire le perdite, di perdonare se stessi e gli altri e di vedere un mondo pieno di speranza. I tratti legati al benessere fisico sono supportati da credenze positive a livello subconscio.

Ecco alcuni esempi di credenze che possono mantenerci in salute

1. Il mio corpo si cura da solo, naturalmente e velocemente.

2. Accetto la salute come parte naturale della mia vita.

3. Sono una brava persona e ho il diritto di avere un corpo in salute.

4. Amo e accetto il mio corpo sia così com’è, sia quando cambia.

5. Ho fiducia nella capacità del mio corpo di raggiungere e mantenere il suo peso ideale.

6. Tratto il mio corpo con massimo rispetto.

7. Mi sento sicuro e forte quando il mio corpo è magro e reattivo.

Prosperità (Libertà Finanziaria)

Le credenze che sabotano la tua libertà finanziaria si trovano spesso radicate nella mente subconscia. Spesso la nostra educazione religiosa o i condizionamenti familiari, danno vita a credenze controproducenti nel raggiungimento del benessere o della libertà finanziaria. Credenze del tipo "I Soldi portano sempre a qualcosa di male", "la Povertà è una virtù", "I Soldi sono potere e il potere corrompe", o "Non ti meriti di avere molti soldi", sono auto limitanti quando ti impediscono di raggiungere i tuoi obiettivi finanziari. Le credenze non solo sabotano il guadagnare soldi, ma possono anche mettere seriamente in crisi la gestione del patrimonio quando questo è presente. Ad esempio sperperando velocemente grossi patrimoni o spendendo soldi che ancora non si hanno! Se continui a fare investimenti sbagliati è facile che tu abbia delle credenze a livello subconscio che ti stanno sabotando. Le credenze riguardo al "non meritarsi" di avere molti soldi, sono spesso il punto di partenza che porta alla povertà. Le persone che riescono a superare le credenze limitanti a livello subconscio usando affermazioni positive e forte determinazione, pagano spesso un prezzo emozionale e/o fisico per fare questo. C’è una via molto più veloce ed efficace!

Ecco alcuni esempi di credenze:

1. Ho fiducia di poter gestire i soldi onestamente e in modo rispettoso.

2. Va bene per me volere soldi e li voglio.

3. Mi diverto a guadagnare molti soldi e a spenderli bene.

4. Posso fare tutti i soldi di cui ho bisogno facendo il lavoro che amo.

5. Mi merito di avere tutti i soldi di cui ho bisogno.

6. I Soldi sono una espressione della mia spiritualità e del mio amor per Dio, per me stesso e per gli altri.

7. Va bene per me avere più soldi di quelli di cui ho bisogno.

 

Spiritualità

È interessante riflettere sulla enorme diffusione della letteratura spirituale della fine del secolo passato e di come questo fenomeno stia continuando anche nel ventunesimo secolo. Sembra esserci un profondo bisogno nelle persone di riempire un vuoto all’interno delle loro vite, che non riesce ad essere colmato con il soddisfacimento dei bisogni materiali. Sia grazie alle diverse organizzazioni religiose, che attraverso numerose alternative spirituali, la ricerca di un significato nelle nostre vite ha sicuramente aumentato l’interesse in tutto ciò che è relativo alla spiritualità. Spesso la gente vive in uno stato di continua "oppressione". Nella nostra era tecnologica dove la velocità è tutto, è virtualmente impossibile riuscire a stare dietro a molte delle sfide che la società contemporanea ci lancia. Questa sensazione di sopraffazione può, e spesso lo fa, portare ad un profondo senso di insicurezza e di incertezza. Una rapida occhiata al telegiornale della sera convincerà chiunque che il mondo è un brutto posto e che non potrà che essere peggio! Inoltre i problemi sono così enormi e su larga scala che sembra non esserci via d’uscita. Le minacce che minano il nostro benessere derivano dalla violenza nelle strade, dal terrorismo internazionale, dall’inevitabile collasso economico, da una decadenza della morale, da catastrofi geologiche, da anomalie astronomiche, da aberrazioni biologiche e genetiche, ecc. La lista potrebbe andare avanti. In tempi come questi, la gente, incapace di controllare il proprio ambiente esterno, cerca dentro se stessa il sollievo e la tranquillità. È stato detto che l’unica reale sicurezza che conosciamo è la nostra abilità di cambiare il nostro punto di vista. In altre parole, l’energia e le risorse necessarie per sopravvivere in questa sorta di ambiente senza speranza possono essere trovate espandendo la nostra connessione con la nostra parte spirituale.

Usando una semplice tecnica, puoi controllare cosa ne pensa il tuo subconscio circa le tue credenze religiose o spirituali. Potresti rimanere sorpreso che le credenze che hai a livello conscio, spesso non coincidono con quelle del tuo subconscio! Dove c’è disaccordo tra conscio e subconscio, lì nasce il dubbio e il conflitto.

Quello che PSYCH-K insegna è come rafforzare le credenze che la gente sceglie, non di scegliere le credenze che la gente dovrebbe rafforzare. Così, puoi usare PSYCH-K anche per verificare e rafforzare le tue credenze a livello religioso e spirituale!

Alcuni esempi di credenze:

1. Credo in Dio (Intelligenza Divina, Buddha, Allah, Spirito Santo, ecc.)

2. Sono amato da Dio (Intelligenza Divina, Buddha, Allah, Spirito Santo, ecc.)

3. Ho fiducia in Dio (Intelligenza Divina, Buddha, Allah, Spirito Santo, ecc.)

4. Amo Dio (Intelligenza Divina, Buddha, Allah, Spirito Santo, ecc.)

5. Sono una parte necessaria e importante del piano Divino.

6. Sono guidato e protetto da Dio (Intelligenza Divina, Buddha, Allah, Spirito Santo, ecc.)

7. Ho una relazione personale con Dio (Intelligenza Divina, Buddha, Allah, Spirito Santo, ecc )

Willy e Duccio Locati Facilitatore e Istruttore Certificato di PSYCH-K®

joomla wellnessLorem Ipsum has been the industry's standard dummy text ever since the 1500s...